• Home
  • Eventi
  • Rocksteria con Pierpaolo Capovilla domenica 13 aprile

Rocksteria con Pierpaolo Capovilla domenica 13 aprile



                                 presenta:


Pierpaolo Capovilla

                               con

           Kole Laca
                         (Tastiere)

          Domenica 13 Aprile
                    Dalle 12,30 alle 16,00
                     (live set ore 14,30)

                                       al
              Double Room
                       via degli Ausoni, 5

                  Brunch a buffet aperto 20 €
        La prenotazione è caldamente consigliata.

                              Prenotazioni:
            Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 339/2970913


Pierpaolo Capovilla, frontman di One Dimensional Man e Teatro degli orrori, autore di un album solista atteso entro maggio e di numerosi reading dedicati ad autori come Majakovskij, Pasolini, Esenin, etc. sarà questa domenica, in esclusiva, a Rocksteria, accompagnato da Kole Laca (Two Pigeons - Teatro degli orrori) alle tastiere. Capovilla e il suo sanguigno e multiforme talento non hanno bisogno di molte presentazioni: con il Teatro degli orrori ha conquistato, nel volgere di tre album, un posto di assoluto rilievo
nel panorama del rock indipendente italiano, ma già prima, con gli One Dimensional Man, fra il ‘96 e il 2005, aveva creato una band di culto con 4 album all’attivo. Il progetto ODM è stato ripreso da Capovilla e soci nel 2011 con un nuovo cd (“A Better Man” –La tempesta dischi) ed un tour di grande successo. Nel 2005 fonda, con Gionata Mirai, Franz Valenti, e Giulio Favero, Il teatro degli orrori, inizialmente side project degli ODM, che presto diverrà una delle più popolari e apprezzate formazioni del rock italiano.
L’impronta abrasiva, teatrale, volutamente eccessiva di Capovilla è ormai un marchio di fabbrica inconfondibile, sia quando canta che quando interpreta pagine di grandi scrittori nei suoi reading musicali. Passione e intensità trasudano da ogni parola, dallo sguardo penetrante, dall’eloquio cadenzato, quasi ipnotico, che ricorda il grande Carmelo Bene. Capovilla è un artista che non ama compromessi e mezze misure, colpisce volentieri con le spietatezze della poesia, mira a scuotere, mai a intrattenere. La sua voce vibra, le sue parole violano le difese della mente superficiale, come onde elettriche imprimono energia ai processi neuronali, non si lasciano mai ignorare. Lo spirito è quello di un punk incendiario, la mente quella di un nobile rinascimentale che ama la cultura, la musica e la letteratura.
Da questo mix non poteva che uscire un personaggio di enorme forza espressiva, che Rocksteria è orgogliosa di accogliere e di proporre ai suoi frequentatori nella cornice unica ed intima del nostro pranzo fra amici. Con lui parleremo, da lui ascolteremo, attraverso di lui ripercorreremo il pensiero e la poesia di Pasolini, Majakovskji, Esenin, Delfini, etc, le storie forti del Teatro degli orrori. Insomma, argomenti, parole e musica non mancheranno di certo in questa ultima Rocksteria prima della pausa Pasquale. L’appuntamento settimanale con il music brunch romano tornerà domenica 27 aprile e vedrà ospiti, insieme, due vecchi amici di Rocksteria: Filippo Gatti e Riccardo Sinigallia.